MENU

Comune di Tivoli

Carta d’identità per cittadini maggiorenni

È un documento che attesta l’identità di una persona, valido 10 anni per i cittadini maggiorenni e con validità differenziata per i minori, a seconda dell’età.
Con Decreto Legge n. 78/2015 è stata introdotta su tutto il territorio nazionale la nuova carta di identità elettronica, che sostituirà definitivamente il vecchio documento cartaceo.

Dalla fine del mese di giugno 2017 il Comune di Tivoli ha avviato il rilascio della Carta di Identità Elettronica.

Destinatari del servizio

Cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari, residenti a Tivoli.
Si può richiedere la carta d’identità presso un Comune diverso da quello di residenza, solo per gravi e comprovati motivi, con la richiesta di relativo nulla osta al Comune di residenza.
Per i cittadini comunitari ed extracomunitari residenti, la carta d’identità ha esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce titolo per l’espatrio.

Italiani residenti all’estero

I cittadini italiani residenti all’estero e iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE) possono recarsi presso il Consolato italiano di appartenenza nello stato estero di residenza.

Richiesta da parte di cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia

La carta è rilasciata non valida ai fini dell’espatrio. Oltre alla documentazione prevista per i cittadini italiani, i cittadini comunitari devono esibire il passaporto o altro documento di identità, in corso di validità, del paese di provenienza.

Richiesta da parte di cittadini extra comunitari residenti in Italia

La carta è rilasciata non valida ai fini dell’espatrio. Oltre alla documentazione prevista per i cittadini italiani, i cittadini extra comunitari devono esibire il documento di riconoscimento valido e il permesso di soggiorno non scaduto, rilasciato dalla Questura competente.
In caso di permesso di soggiorno scaduto, i cittadini extra comunitari devono presentare il nuovo permesso di soggiorno o la ricevuta attestante la richiesta.

Rilascio nuova Carta

Occorre presentarsi personalmente presso lo sportello anagrafico del Comune, muniti di:

  • una foto nel formato standard cartaceo oppure su supporto informatico (file .jpg su chiavetta usb). La foto deve essere attuale, deve riprodurre il volto e il busto su sfondo uniforme bianco o chiaro e il soggetto non deve indossare cappelli o occhiali da sole. E’ obbligatoria la rilevazione delle impronte digitali;
  • carta d’identità scaduta;
  • un valido documento di riconoscimento, in mancanza del quale occorre la presenza di due persone maggiorenni, munite di documento d’identità valido, che in base a fatti concreti (parentela, affinità, vicinato, ecc.) siano in grado di testimoniare l’identità del richiedente.
  • codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione.

Richiesta duplicato

Per richiedere il duplicato della carta d’identità in corso di validità, oltre alla sopra elencata documentazione, occorre:

  • in caso di deterioramento, consegnare la vecchia carta deteriorata;
  • in caso di furto o smarrimento, esibire l’originale della denuncia presentata presso le autorità di Pubblica Sicurezza.

Nota Bene: non è necessario chiedere una nuova carta se si cambia residenza, abitazione, professione o stato civile.

Dichiarazione per la donazione di organi e/o tessuti

In occasione del rilascio o rinnovo della carta d’identità l’Ufficiale d’anagrafe invita tutti i cittadini maggiorenni a esprimere liberamente il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e/o tessuti dopo la loro morte. Qualora il cittadino sia favorevole ad esprimere la propria volontà, l’Ufficiale d’Anagrafe gli fornirà l’apposito modulo, consegnato dagli operatori del servizio demografico, avendo cura che lo stesso sia compilato integralmente e sia sottoscritto dal cittadino richiedente. Contestualmente, l’Ufficiale d’anagrafe inserirà l’informazione riportata nel modulo in una procedura informatizzata e il dato relativo alla dichiarazione di volontà sarà acquisito telematicamente dal Servizio Informativo Trapianti (SIT). Una copia del modello compilato e sottoscritto dal cittadino, insieme alla ricevuta cartacea attestante l’avvenuta trasmissione della dichiarazione di volontà, sarà consegnata allo stesso, avvertendolo che tale ricevuta non va conservata insieme alla sua carta d’identità. Questa ricevuta sarà l’unica documentazione attestante la dichiarazione sottoscritta poiché nulla verrà evidenziato sulla Carta d’identità.

I cittadini iscritti all’AIRE non possono esprimere la propria volontà per la donazione degli organi e tessuti.

Costo del servizio

Prima emissione o rinnovo alla scadenza

Per la carta di identità elettronica, il costo totale del rilascio è di € 23,00 così ricavato:

  • € 16,79 come spese di emissione quantificate dal Ministero dell’Interno;
  • € 6,21 come diritti di segreteria.

Smarrimento e furto

In caso di smarrimento e furto il costo della carta di identità elettronica è pari ad € 28,00, di cui 16,79 come rimborso allo stato e € 11,21 quali diritti di segreteria. 

Come e dove si paga

In contanti alla cassa del Comune.

Ufficio comunale di riferimento

Responsabile del servizio: Dott.ssa Ester Caterina Mancini
via del Governo 1, 00019 Tivoli
telefono: 0774 453 275
email: e.mancini@comune.tivoli.rm.it
Pec: anagrafe@pec.comune.tivoli.rm.it

Ufficio Anagrafe – Sede Centrale

piazza del Governo 1, 00019 Tivoli
telefono: 0774 453276/0774 453211
fax: 0774 453325
email: anagrafe@pec.comune.tivoli.rm.it

Orari: 
Per la richiesta e il rilascio di certificati e carte di identità: dal lunedí al venerdì dalle 9 alle 12; il martedí e il giovedí anche pomeriggio dalle 15 alle 17

Per i cambi di residenza: martedì e giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17

Delegazione di Villa Adriana
Via di Villa Adriana, 178
Telefono 0774 453542
Orari: giovedí dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle17

Delegazione Tivoli Terme
Via Don Minzoni, 9/a
Telefono 0774 354151
Orari: martedí dalle 9 alle12 e dalle 15 alle 17, venerdí dalle 9 alle 12

Riferimenti normativi

  • Artt. 3 e 4 Regio Decreto n. 773/1931;
  • Regio Decreto n. 635/1940;
  • Art. 3, comma 8 bis del D. L. n. 194/2009 convertito dalla legge n. 25/2010 e successivo art. 43 del D. L. n. 69/2013 come modificato dalla legge di conversione n. 98/2013;
  • Decreto Legislativo n. 112/2008;
  • Circolare Ministero Interno n. 23/2010;
  • Decreto Legge n. 78/2015.