MENU

Comune di Tivoli

Coronavirus: sono 16 i contagi a Tivoli, 71 le quarantene. Spostamenti, Proietti: “L’invito a fare la spesa in un raggio massimo di un km dalla propria abitazione vale soltanto quando si debba uscire dai limiti comunali”

La Asl di Roma 5 ha comunicato due nuovi casi positivi al Covid-19 nel Comune di Tivoli, facendo salire così a 16 le persone contagiate dal Coronavirus nel territorio comunale. Entrambi i due nuovi contagiati rientrano nello stesso nucleo familiare residente in zona Crocetta-Bivio San Polo nel quale erano già stati riscontrati altri due casi. Le persone in quarantena sono invece 71 in base ai dati comunicati dalla Asl.

“L’andamento del trend dei contagi sembra mantenersi tuttora costante nel territorio tiburtino, senza subire a oggi impennate”, commenta il sindaco Giuseppe Proietti, “ciò avviene anche per il numero delle persone in quarantena domiciliare fiduciaria”.

“Spero che l’andamento della curva possa riuscire a mantenersi controllato grazie alle risposte che tutte e tutti state dando ai divieti e agli inviti fermi e determinati a uscire di casa soltanto per le tre tipologie previste dai decreti adottati dalla presidenza del Consiglio dei ministri per arginare il dilagare del Covid-19. Si ricorda che può uscire di casa soltanto per fare rifornimento di generi alimentare, per andare a lavorare e per motivi di salute. Per quanto riguarda gli spostamenti, dato che sono stati sollevati quesiti da più parti, è bene che ci sia un chiarimento: l’invito a fare spese in un raggio massimo di un chilometro dalla propria abitazione vale soltanto quando si debba uscire dai limiti comunali. Il limite non è valido se si effettua la spesa all’interno dello stesso territorio, per comodità di movimento e per consentire a tutti di potersi rifornire di ogni genere alimentare o di prima necessità”.

Si ricorda che il Comune di Tivoli ha messo in campo per l’emergenza Covid-19 diversi servizi per agevolare la vita quotidiana dei cittadini. Sul sito internet istituzionale sono disponibili: un elenco in aggiornamento di esercizi commerciali che effettuano consegne a domicilio; il “Progetto emergenza Covid19” dedicato agli ultra 65enni, ai disabili e a chiunque sia a conoscenza di situazioni di disagio o di solitudine, chiamando il numero verde 800167662; un servizio di supporto psicologico in collaborazione con alcune realtà sociali locali attraverso il numero 3385080396 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 18:00).