MENU

Comune di Tivoli

Coronavirus: sono 14 i contagi a Tivoli e 62 le persone in quarantena fiduciaria. Proietti: “Non ci sono impennate verso l’alto, ma guai ad abbassare la guardia: restate a casa per evitare il contagio”

Nel quotidiano aggiornamento dei contagi da Covid-19 nel Tiburtino c’è da contare oggi un caso positivo in più registrato in una delle strutture sanitarie del territorio (una persona di 54 anni) subito trasferito al Policlinico Umberto I. Salgono così da 13 a 14 i contagiati dal Coronavirus a Tivoli dall’inizio dell’epidemia. A comunicare il nuovo dato è stata la direzione generale della Asl Roma 5.

Scendono invece dalle 84 di ieri alle 62 di oggi le persone in quarantena fiduciaria, tra coloro che hanno concluso il periodo di quarantena e coloro che lo hanno iniziato. “I numeri sembrano mantenere un trend che si è quasi stabilizzato – commenta il sindaco Giuseppe Proietti – non ci sono impennate verso l’alto, ma si tratta naturalmente di una constatazione di quanto è successo sino a oggi e la situazione è in continua evoluzione in base anche ai contagi che via via avvengono. Si fanno sempre più rigorosi i controlli sulle strade e questo evidentemente contribuisce a mantenere basso il livello sia della positività al tampone, sia quello delle nuove quarantene domiciliari”.

Il sindaco Proietti ribadisce anche il prosieguo dell’attività di pulizia speciale e sanificazione delle strade nell’intero territorio comunale: “Il Comune attraverso alla propria azienda municipalizzata Asa, sta portando avanti su tutte le strade con prodotti idonei anche alle persone sensibili a particolari sostanze e si ripete almeno una volta a settimana su tutte le strade e due volte dove abitano eventuali contagiati. Gli interventi sono stati tecnicamente migliorati, si procede, infatti, prima con l’immissione di un prodotto che sgrassa il fondo stradale e poi attraverso un lavaggio con prodotti idonei. L’appello che vi faccio è di continuare a rimanere il più possibile a casa, l’amministrazione comunale tutta sta cercando di limitare al massimo i disagi derivanti dal non poter uscire. Ringrazio di cuore tutti gli operatori sanitari del nostro ospedale e della nostra Asl, che stanno cercando di dare tutto ciò che possono in una situazione di grande emergenza”.