MENU

Comune di Tivoli

Chiuso il consiglio comunale sul rendiconto 2019. Proietti: “Ostruzionismo di basso livello da parte dell’opposizione”

Per una disattenzione formale legata all’invio tramite mail ai consiglieri comunali della proposta di delibera di approvazione del rendiconto 2019, il Consiglio comunale di questa mattina (che avrebbe dovuto discutere il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2019, il conto del bilancio e il conto economico, lo stato patrimoniale e relativi allegati), è stato rinviato dopo la richiesta di ritiro della delibera da parte dei consiglieri del Partito democratico e della Lega.

Nello scusarsi per il rallentamento dei lavori dell’aula consiliare che tale mancanza ha determinato, la  presidenza del Consiglio comunale s’impegna a comunicare al più presto la data della nuova convocazione per riprendere la discussione, presumibilmente entro la prima parte della settimana prossima.

Il contenuto dell’atto mancante nella mail inviata a giunta e Consiglio corrisponde a quanto più dettagliatamente rappresentato nei 50 allegati e nella relazione inviati ai consiglieri via mail il 9 giugno e già esaminati durante ben due capigruppo e tre commissioni Bilancio alla presenza anche degli esponenti di Pd e Lega – che hanno determinato, con il proprio atteggiamento, il rinvio della seduta – e quindi era noto a tutti.

“Un gesto di ostruzionismo di basso livello ai danni degli interessi di tutti i cittadini tiburtini, che comporterà un ritardo di sette giorni sull’approvazione del Bilancio consuntivo del Comune”, commenta il sindaco Giuseppe Proietti.

Già da giovedì 25 giugno la delibera completa degli allegati era stata depositata negli uffici della  segreteria di presidenza, a disposizione di tutti i consiglieri che avessero voluto far richiesta di copia cartacea o telematica.