Città metropolitana di Roma Capitale
MENU

Comune di Tivoli

Al via il progetto “Eco Scuola Plastic Free”, iniziativa del Comune di Tivoli finanziata dal Consiglio regionale del Lazio

È partito oggi “Eco Scuola Plastic Free”, progetto del Comune di Tivoli, realizzato con il supporto di Asa Tivoli spa, finanziato dalla Regione Lazio. Tale iniziativa didattico-educativa, che durerà fino al 31 ottobre, rientra in un percorso mirato che sta intraprendendo la città che, già lo scorso luglio, ha emanato un’ordinanza che mette al bando la plastica monouso negli esercizi commerciali dal gennaio 2022. Questa volta però ad essere protagonisti sono i bambini delle scuole primarie del territorio: si tratta di 2089 alunni provenienti da tutti gli istituti comprensivi di Tivoli, ai quali saranno dedicate delle lezioni di educazione ambientale focalizzate sul plastic free svolte in collaborazione con gli educatori di NaturalMente Srl e La Fenice Cooperativa Sociale, con i quali è stato pianificato un programma formativo a distanza e in presenza supportato da materiale multimediale.

Dopo le giornate di formazione ai bambini verranno consegnate delle borracce in alluminio che sostituiranno le classiche bottigliette in plastica monouso. Su queste, oltre i loghi istituzionali, sarà presente un Qr Code che, una volta inquadrato con lo smartphone, indirizzerà i bimbi su una pagina dedicata del sito di Asa (https://www.asativolispa.it/fontane-acqua-potabile/), su cui saranno localizzate le fontanelle di acqua potabile del territorio dove riempire le loro borracce. Tali mappe interattive sono utili per ricordare ai bambini l’importanza dell’acqua come risorsa per la nostra città. Ogni classe degli istituti comprensivi coinvolti produrrà degli elaborati grafici a tema plastic free che verranno esposti in una mostra. L’obiettivo di tale progetto è promuovere comportamenti rispettosi del patrimonio ambientale e del bene comune, rendendo gli alunni consapevoli di svolgere un ruolo attivo e partecipato nella salvaguardia del nostro pianeta non solo a scuola, ma anche in famiglia e nel territorio in cui vivono.

“Il progetto “Eco Scuola plastic free” è parte integrante del percorso di sostenibilità ambientale e cultura del rispetto della natura e del territorio che il Comune di Tivoli ha intrapreso ormai da tempo. Un percorso che oggi è un imperativo morale e concreto, perché il pianeta Terra ci chiede aiuto”, dichiara Giuseppe Proietti, sindaco di Tivoli. “Tra poche settimane si terrà il vertice Onu sul clima, a Glasgow, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021, e si parlerà degli impegni e degli obiettivi che ciascun Paese deve rispettare per la riduzione delle emissioni entro il 2030 e il raggiungimento di un sistema a zero emissioni entro la metà del secolo. Un obiettivo ambizioso e per nulla scontato, una responsabilità che non è soltanto delle classi dirigenti e governative del mondo, ma anche di tutti noi cittadini, a partire proprio dai giovani, dai bambini e dalle bambine, dalle ragazze e dai ragazzi. Per questo, il progetto promosso dall’assessorato all’Ambiente insieme ad Asa Tivoli spa e con il contributo della Regione Lazio vuole entrare nelle scuole: per diffondere buone pratiche, buone abitudini, una conoscenza delle conseguenze sul mondo delle nostre scelte e abitudini di vita quotidiana”.

“Il futuro è nelle mani dei bambini e da loro vogliamo partire con il progetto Eco Scuola plastic free”, spiega Eleonora Cordoniassessora all’Ambiente del Comune di Tivoli. “Una serie di incontri che coinvolgeranno tutte le classi della scuola primaria degli istituti comprensivi. L’idea alla base del progetto è che la sensibilizzazione parta dai più piccoli per arrivare ai più grandi. Un bambino consapevole dell’importanza dell’ambiente e della necessità di proteggere l’ecosistema è la chiave di volta affinché le politiche ambientali facciano breccia nel modus operandi degli adulti. Il grande obiettivo è quello di rendere la nostra città Plastic Free. Una grande battaglia culturale che dobbiamo vincere affinché sia garantito ai nostri figli un futuro migliore”.

“Educare le nuove generazioni ad avere quotidianamente un minore impatto sull’ambiente è fondamentale, soprattutto in una città come Tivoli che sta compiendo una rivoluzione verde”, afferma Gabriele Terralavoro, presidente della commissione Ambiente del Comune di Tivoli. “Con l’ordinanza plastic free ancora di più c’è la necessità che i bambini in primis capiscano l’importanza di ridurre la plastica nella loro vita quotidiana e di proteggere le nostre acque, una risorsa essenziale per il nostro territorio, facendosi poi portavoce di un messaggio di consapevolezza anche verso gli adulti”.

“Un lavoro di squadra tra istituzioni e cittadini quello che sta a piccoli passi costruendo una Tivoli Plastic free”, dichiara Francesco Girardi, amministratore unico di Asa. “Dopo l’importante risultato già raggiunto in alcune scuole e – in fase di implementazione in tutti i plessi scolastici – legato all’eliminazione delle bevande in imballaggi in plastica e bioplastica monouso oggetto della direttiva europea Sup (Single Use Plastic), Asa, in uno con l’assessorato all’Ambiente, presentano con soddisfazione la mappa delle “Vie dell’Acqua”: una rete di 54 tra fontane e fontanelli aperti al pubblico che erogano acqua potabile. Sarà così possibile con borracce lavabili e bottiglie di vetro domestiche rifornirsi ancora più facilmente sapendo, sempre e in ogni momento dallo smartphone, dove si trova il punto di erogazione più vicino e più comodo per ciascuno. La mappa interattiva e sempre in aggiornamento, reca l’indirizzo preciso della fontana, e sarà possibile visionarla, oltre che andando direttamente alla pagina dedicata sul sito di Asa, anche scansionando un QR Code presente sulle borracce che il Comune e Asa distribuiranno a partire dal mese di ottobre negli istituti comprensivi del territorio”.

“È per noi un immenso piacere continuare a lavorare con Asa Tivoli Spa nel Comune di Tivoli – afferma Diana Butacu, presidente di La Fenice Cooperativa Sociale – Con la realizzazione di questo video, che abbiamo supportato da subito con entusiasmo e convinzione, La Fenice Cooperativa Sociale rinnova il suo impegno nell’educazione ambientale delle future generazioni tiburtine“.

“Grazie alla fiducia di La Fenice Cooperativa Sociale siamo felici di tornare a parlare di tematiche ambientali con gli alunni di Tivoli. Dopo gli incontri in didattica a distanza dello scorso anno – spiega Angelo Puggillo, amministratore unico di NaturalMente – abbiamo messo a disposizione la nostra esperienza nella realizzazione di un video originale con cui gli alunni saranno chiamati a essere promotori attivi contro gli sprechi di plastica e le cattive abitudini di conferimento dei materiali differenziabili“.